Attività

Solo se le radici della mediazione giungono a pervadere e connettere indissolubilmente ogni aspetto dell’ambiente modificante, finanche a crearne, si può giungere alla vera condivisione, quella che consente al mediato non solo di accettare il nutrimento, ma anche di diventare nutrimento di se stesso.

Solo sentendosi accolto, ascoltato e compreso senza riserve può gioire dei suoi mutamenti e dei suoi successi, arrivando quindi a sentirli come profonda necessità per la crescita della pianta della propria vita.