test
Corso PAS Basic II – marzo/maggio 2019
FORMATRICE: dott.ssa Matilde Biadego (formatrice Senior associata al Feuerstein Institute)
SEDE DEL CORSO:
presso la sala corsi della libreria indipendente “Libre!” di Verona
Interrato dell’Acqua Morta 38 – 37129 Verona

CORSO PAS BASIC (SECONDO LIVELLO)
Il PAS Basic è rivolto alla stimolazione, al recupero e al potenziamento cognitivo e relazionale di bambini dai 3 agli 8 anni. Si precisa che, riferendosi ad età anagrafica o mentale, tanto bambini normodotati, quanto ragazzi anche sensibilmente più grandi in difficoltà, rientrano tra coloro ai quali è rivolto questo livello di strumentazione Feuerstein.

Grazie alla trasmissione di conoscenze e di contenuti rilevanti tratti dall’esperienza familiare e non, il PAS Basic è finalizzato a sviluppare e accelerare la formazione delle funzioni cognitive e dei concetti di base che serviranno da fondamento ad uno sviluppo intellettivo proficuo ed equilibrato.

Gli strumenti del PAS Basic insegnano al bambino come si pensa e forniscono strumenti linguistici, di comprensione, attentivi, percettivi, concettuali, logici ed operativi in un percorso coinvolgente e stimolante.
Grazire all’interazione costante del Mediatore, vengono create le condizioni ideali che incoraggiano il bambino a chiedere e fornire risposte pertinenti e motivate e a guadagnare un comportamento attivo e costruttivo di problem-solving.


DESTINATARI DEL CORSO
- Insegnanti curricolari della scuola dell’infanzia e delle scuole primarie, e di sostegno di qualunque grado d’istruzione
- Professionisti che operano nel campo dell’educazione, della riabilitazione e dell’integrazione socio-culturale (educatori, psicologi, logopedisti, pedagogisti, neuropsicomotricisti, mediatori culturali, operatori socio-sanitari, medici, ecc)
- Genitori


IL CORSO FORNISCE LE COMPETENZE PER:

  • Sollecitare lo sviluppo delle Funzioni Cognitive Emergenti
  • Fornire strumenti verbali e concettuali quali colore, forma, dimensione, quantità e numero, spazio-tempo, causa-effetto, emozioni e sentimenti
  • Attuare un percorso di prevenzione al bullismo
  • Prevenire e recuperare le difficoltà di apprendimento
  • Favorire l’integrazione socio-culturale di soggetti ad alto rischio e di persone straniere
  • Organizzare interventi di sostegno e riabilitazione per bambini e ragazzi con ritardo cognitivo

STRUMENTI AFFRONTATI:

1. Dall’empatia all’azione
Simile in formato e modalità di presentazione a “Identifica le Emozioni”, può essere considerato il suo naturale proseguimento in quanto consente di ampliare ed approfondire ulteriormente la gamma delle emozioni, nel momento in cui influenzano il comportamento. Nello specifico, il compito consiste nel definire e decodificare lo stato d’animo di un personaggio che si trova in una situazione critica e nel valutare il diverso livello di pertinenza e intensità empatica di quattro risposte alternative al suo bisogno, per giungere a scegliere quella più appropriata.

2. Apprendimento dell’attenzione su tre canali
Vengono utilizzate tre modalità: tattile, visiva e grafica. Al soggetto inizialmente viene richiesto di manipolare in modo sequenziale un oggetto geometrico di legno e di costruirsene l’immagine mentale; quindi di riconoscerlo raffigurato graficamente tra tanti e infine di disegnarlo, mantenendo forma e proporzioni corrette. Lo scopo dello strumento è sollecitare la rappresentazione mentale ed il controllo del comportamento

3. Pensa e impara a prevenire la violenza
Terzo degli strumenti riferiti alla sfera emozionale, presenta molteplici situazioni di violenza, sia fisica che verbale, da identificare, decodificare e discutere, individuandone cause ed inferendone conseguenze, allo scopo di prevenire comportamenti violenti, educando a comportamenti socialmente corretti.

4. Conosci e identifica
Obiettivo dello strumento è costruire o sviluppare la conoscenza del contenuto, presentando immagini di oggetti familiari che debbono essere etichettati, definiti, concettualizzati ed elaborati in relazione a caratteristiche funzionali e strutturali diversificate, allo scopo di raggrupparli, categorizzarli e classificarli in funzione di molteplici parametri e criteri. La singolarità dello strumento risiede nella qualità e modalità delle domande che inducono il soggetto ad analizzare la realtà da punti di vista diversi ed inusuali, conducendolo ad inserire il medesimo oggetto in categorie diverse, nel superamento di un modo di classificare stereotipo e ripetitivo, il tutto a vantaggio di un pensiero flessibile e divergente.

5. Impara a fare domande per la comprensione della lettura
Lo strumento presenta delle brevi storie organizzate in una sequenza di immagini che ne rappresentano analiticamente le fasi di sviluppo; alle immagini sono affiancate brevi descrizioni verbali e domande che richiedono risposte attente ai dettagli fisici ed emozionali della situazione e dei personaggi. Lo strumento conduce con gradualità ad avere la capacità e il bisogno di formulare le domande e di comprendere ed esprimere verbalmente le sequenze della storia, in modo autonomo. Sollecitando continuamente il processo di codifica e decodifica, l’analisi delle relazioni causa-effetto, mezzo-fine, il pensiero inferenziale, l’arricchimento del vocabolario, fornisce le competenze per analizzare, comprendere e interiorizzare i contenuti anche nei loro significativi risvolti emozionali.

6. Confronta e scopri l’assurdo- livello 2
Costituisce il prosieguo di “Confronta e scopri l’assurdo A e B” richiedendo di operare sulle stesse situazioni “incongruenti”. Qui, tuttavia, Il processo di analisi procede in modo molto sistematico e graduale con l’uso di attività più complesse ed astratte, strutturate su tabelle e questionari che, stabilendo una continua interrelazione tra caratteristiche e concetti sovraordinati (parametri del confronto), mirano ad una acquisizione esaustiva e spontanea dell’atto del confronto. Importante anche in questo strumento la componente emozionale la cui decodifica si giova delle acquisizioni derivanti dai precedenti strumenti sulle emozioni.


METODOLOGIA E ATTIVITA’ PRATICHE: Il corso si svolgerà in un interscambio continuo tra teoria e pratica, con esercitazioni di gruppo sugli strumenti e simulazioni di intervento; verrà inoltre dato ampio spazio al confronto sulle tematiche e le esperienze più rilevanti.

DURATA DEL CORSO: 45 ore di formazione a frequenza obbligatoria.
DATE DEL CORSO:
16 e 17 marzo (sabato, h 14.30-18.30 / domenica, h 9.00-13.00 + 14.30-18.30)
30 e 31 marzo (sabato, h 14.30-18.30 / domenica, h 9.00-13.00 + 14.30-18.30)
14 aprile (domenica, h 9.00-13.00 + 14.00-19.00)
11 e 12 maggio (sabato, h 14.30-18.30 / domenica, h 9.00-13.00 + 14.30-18.30)


COSTI E MODALITA’ DI ISCRIZIONE
- Costo: 560 euro pro capite.
nb:
Si considera finalizzata l’iscrizione al corso una volta versata la quota di iscrizione di 300 euro entro due settimane dall’inizio delle lezioni, ovvero entro il 2 marzo 2019 (la differenza restante si salderà all’avvio del corso)
- Sconto: 520 euro pro capite, se si versa la quota di iscrizione di 300 euro entro 30 giorni dall’inizio del corso, ovvero entro venerdì 15 febbraio 2019 (la differenza restante si salderà all’avvio del corso)
- La tariffa comprende: l’iva, le ore di docenza, il costo degli strumenti che verranno forniti e il costo del certificato di Mediatore rilasciato dal Feuerstein Institute.

- Il corso verrà attivato con un minimo di 8-10 partecipanti
- La quota di iscrizione verrà interamente restituita in caso di mancata attivazione del corso
- La quota di iscrizione verrà interamente restituita in caso di disdetta da parte del singolo corsista, se avvenuta entro due settimane dall’inizio della formazione
- La quota di iscrizione verrà restituita per metà in caso di disdetta da parte del singolo corsista, se avvenuta dopo le due settimane precedenti l’inizio della formazione

Modulo di Iscrizione: MODULO DI ISCRIZIONE
Coordinate bancarie: COORDINATE BANCARIE


ULTERIORI INFORMAZIONI TECNICHE, MATERIALI E CERTIFICAZIONE
Per ogni livello di formazione, il Feuerstein Institute di Gerusalemme fornirà gli Strumenti di lavoro relativi e rilascerà il Certificato di Mediatore Feuerstein per il livello conseguito, controfirmato dal prof. Rafi Feuerstein e dal Formatore Autorizzato. Il certificato avrà validità di 4 anni e potrà essere rinnovato ottemperando al CPD (Continuos Professional Development) richiesto dal Feuerstein Institute (per maggiori informazioni si consiglia di scaricare il documento: CPD – IE Mediators IT)


PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI:
dott.ssa Matilde Biadego, 349-3154609, matilde.biadego@gmail.com